Autore: Pericle Fazzini
Titolo:
Ritratto di Anita n. 2, 1933
Dimensioni:
h. cm. 45
Tecnica:
legno dipinto
Collezione:
Roma, collezione Fazzini

"L'opera di questo grande scultore sembra nascere dall'arte orientale, dalle antiche civiltÓ arcaiche, bibliche. Le espressioni delle sue immagini non corrispondono ad un tempo preciso e lo sguardo assorto delle figure pare assente. Le figure gestiscono in modo ieratico, con qualcosa di emblematico e profetico. Particolarmente le statue isolate del primo periodo di Fazzini hanno questo carattere religioso, di una religiositÓ non ben definita nÚ dogmatica, ma esprimente un atto di preghiera verso una divinitÓ ignota, invisibile ma presente nello spazio infinito."

Alberto Ziveri